Cronologia  Scienze della vitaMille Anni di Scienza in Italia

Cronologia Scienze della vita
1000 1100 1200 1300 1400 1500 1600 1700 1800 1900


1804 A Roma viene fondato il Gabinetto di Zoologia dell'Università Pontificia. il primo nucleo del Museo di Zoologia dell'Archiginnasio Romano che verrà costituito nel 1850. Dal 1932, le collezioni vengono riunite finalmente nel Museo Civico di Zoologia, nella sua attuale sede di Villa Borghese a Roma.
1812 Giovan Battista Amici costruisce il primo microscopio catadiottrico. Nel 1815 descriverà i movimenti di circolazione del protoplasma nelle cellule di Chara.
1817 Mauro Rusconi studia la circolazione dei rettili, dimostrando che nelle arterie della salamandra circola sangue misto. In seguito descriverà l'anatomia del proteo delle grotte di Postumia, scoprendone il carattere neotenico.  
1823   Giovan Battista Amici spiega la formazione del tubo pollinico dai granelli di polline aderenti alle papille stimmatiche in Portulacea oleracea. Nel 1830 descriverà il percorso del tubo pollinico fino all'ovulo. Scoprirà anche la stria fondamentale della fibra muscolare striata.
1826 Mauro Rusconi a Milano pubblica Développement de la grenouille, osservando per primo la segmentazione dell'uovo dopo la fecondazione.  
1828-29   Charles Lyell compie il suo secondo viaggio in Italia. I dati raccolti saranno fondamentali per l'elaborazione dei Principles of Geology (1830-33), una delle fonti della teoria dell'evoluzione di Darwin.
1830 Muore Franco Andrea Bonelli, professore di Storia Naturale a Torino, primo lamarckiano italiano.  
1831   Mauro Rusconi riceve la medaglia d'oro dall'Institut de France per le sue ricerche di anatomia ed embriologia.
1833 Bartolomeo Panizza compie importanti studi sul sistema linfatico dei rettili e sul sistema nervoso umano sul IX paio di nervi cranici (ora detto "gustatorio del Panizza").  
1844   Esce a Parigi il Traité des phénomènes electro-physiologiques di Carlo Matteucci. Nel Traité sono descritte le correnti elettriche prodotte dai muscoli e dai nervi, oggi chiamate di Du Bois Reymond. Nel 1842, per le sue ricerche di fisiologia sperimentale aveva ricevuto il premio dell'Académie des Sciences di Parigi.
1847 Giovan Battista Amici rende noto l'obiettivo ad immersione omogenea.  
1864   L'undici gennaio, Filippo de Filippi, professore di Zoologia a Torino, tiene una lezione dal titolo "L'uomo e la scimmia", di contenuto darwiniano.
1867 Francesco Delpino pubblica i Pensieri sulla Biologia Vegetale, sulla Tassonomia, sul valore tassonomico dei caratteri biologici. La biologia vegetale può oggi essere considerata come una parte della moderna ecologia.  
1872   Viene fondata da Anton Dohrn la Stazione Zoologica di Napoli, centro di studi di ispirazione dichiaratamente evoluzionista.
1872-82 La UTET pubblica tutte le opere di Charles Darwin, tradotte da Michele Lessona e Giovanni Canestrini.  
1887   Theodor Boveri è alla Stazione Zoologica di Napoli (SZN), dove compie numerosi esperimenti sul riccio di mare, che lo porteranno a dimostrare l'individualità dei cromosomi.
1891 Hans Driesch alla SZN compie l'esperimento in cui separa i primi due blastomeri di riccio di mare e osserva la formazione di due larve: il risultato mette in discussione la teoria dello sviluppo a mosaico sostenuta da Wilhelm Roux e August Weismann.  
1893   Eugenio Tanzi sviluppa l'idea di Ramon y Cajal sui rapporti tra la crescita ameboide dei prolungamenti delle cellule nervose, ipotizzando che stimolazioni ripetute potenzino, attraverso il passaggio dell'impulso nervoso, la crescita dei filamenti in prossimità delle cellule post-sinaptiche, rendendo più probabile la conduzione e stabilendo un legame associativo con lo stimolo.
1897 Battista Grassi scrive la Critica della filosofia zoologica.  
1898   Camillo Golgi descrive l'apparato endocellulare che porta il suo nome.

1000 1100 1200 1300 1400 1500 1600 1700 1800 1900

[ Indice cronologie | Indice biografie | inizio ]