CERCA:

Esposizioni on-line > Homo Faber > Tecnica >
Logo_Tecnica
Natura scienza e tecnica nell'antica Pompei
Homo Faber
Tecnica
NATURA SCIENZA
 

5. Macchine da guerra


Proiettili in pietra per macchine da assedio, Pompei
 
Il problema di espugnare città cinte da mura è alla base della comparsa di macchine da assedio capaci di lanciare dardi e proiettili in pietra.

Introdotte dai Greci, queste macchine furono adoperate e perfezionate dai Romani. Niente è sopravvissuto delle macchine degli antichi: costruite prevalentemente in legno, materiale deperibile, ci sono note attraverso le descrizioni contenute nelle fonti letterarie e attraverso alcune rappresentazioni iconografiche antiche.

Nell'89 a. C., per espugnare Pompei che aveva appoggiato l'insurrezione degli alleati italici, i Romani impiegarono macchine da assedio: il segno dei proiettili scagliati da catapulte, balliste ed onagri è ancora visibile sul tratto di mura compreso tra Porta Ercolano e Porta Vesuvio.
     
Oggetti originali
 

arrow 5.1 Onagro

 


arrow 5.2 Affresco con Enea ferito

 

     


 

Ricerca avanzata | Mappa del sito | Contattaci | Statistiche   © IMSS · Piazza dei Giudici 1 · 50122 Firenze · ITALIA