FirenzeMille Anni di Scienza in Italia

Firenze

Scienziati a Corte. L'arte della sperimentazione nell'Accademia galileiana del Cimento (1657-1667)


Fondata nel 1657 dal Principe Leopoldo de' Medici e dal Granduca Ferdinando II, l'Accademia del Cimento fu la prima società europea con finalità esclusivamente scientifiche. Seguendo la lezione di Galileo, gli accademici del Cimento si proponevano di sottoporre a verifica sperimentale fenomeni e princìpi di filosofia naturale fino ad allora accettati sulla base dell'autorità di Aristotele. I membri più attivi risultarono Vincenzo Viviani, Giovanni Alfonso Borelli, Francesco Redi e Carlo Renaldini, oltre al Segretario Lorenzo Magalotti. La pubblicazione dei Saggi di naturali esperienze nel 1667 segna la fine dell'Accademia, che conseguì i risultati più significativi nella termometria, nella barometria, negli studi sul vuoto e nelle osservazioni su Saturno. Le esperienze sulla pressione dell'aria giocarono un ruolo rilevante nella demolizione dell'opinione tradizionale della ripugnanza della natura per il vuoto.
Nella mostra sono esposti quadri, disegni, vetri scientifici, strumenti, libri, oltre agli splendidi manoscritti dell'Accademia. inoltre possibile consultare le simulazioni virtuali delle principali esperienze ed esplorare un osservatorio meteorologico di metà Seicento.

sezioni della mostra

crediti

Galleria degli Uffizi, Piazzale degli Uffizi, Firenze
18 marzo - 18 giugno 2001; 1 maggio chiuso
8.15-18.50; lunedì chiuso
Ingresso a pagamento (compreso nel biglietto della Galleria degli Uffizi)
Info: Firenze Musei tel. 055 2654321


Catalogo: Scienziati a corte, a cura di P. Galluzzi, Sillabe, Livorno, 2001


Sito web: brunelleschi.imss.fi.it/cimento/indice.html



[ Indice mostre | Inizio ]