Tito Vignoli  Rosignano di Pisa 1829-

A vent'anni si trasferì a Milano, dove svolse la sua attività scientifica. Docente di antropologia presso la Reale Accademia di Scienze e Lettere, divenne nel 1893 direttore del Museo civico di Storia naturale. I suoi scritti apparvero su "Il Politecnico" e sulla "Rivista di filosofia scientifica" . Due sue opere ebbero risonanza europea: Della legge fondamentale dell'intelligenza nel mondo animale (1877) e Mito e scienza (1879); quest'ultima, tradotta in lingua tedesca nel 1880, sarÓ fonte di riflessione e ispirazione per Aby Warburg.