Euclide  Alessandria d'Egitto 300 a.C.

Uno dei più grandi matematici dell'antichità, fondò nella sua città una scuola di matematica, che per tre secoli fu la più importante del mediterraneo. I suoi Elementi, che hanno avuto una straordinaria diffusione, si compongono di 13 libri, nei quali sono formulati i teoremi fondamentali della geometria piana e solida, sviluppata la teoria delle proporzioni ed enunciate le regole aritmetiche per il calcolo del massimo comun divisore e per la scomposizione del numero in fattori primi, costruiti i 5 poliedri regolari e risolta geometricante l'equazione di 2 grado. Nell'opera sono ammessi come unici strumenti di calcolo la riga e il compasso.